Assistenza della persona offesa dal reato e risarcimento del danno: affidatevi a noi per un'azione rapida ed efficace

 

Nel sistema penale italiano la persona offesa e la parte danneggiata dal reato assumono grande importanza in virtù delle facoltà ad esse conferite dalla legge. Normalmente tali due figure coincidono, ma vi sono casi in cui ciò non accade in maniera speculare, basti pensare ad un omicidio colposo (p.es. dovuto ad incidente stradale) in cui la persona offesa dal reato è la vittima mentre i danneggiati dal reato sono anche i suoi parenti.

 

La querela

Immediatamente dopo il fatto o, in ogni caso, nei tre mesi successivi al momento in cui la persona offesa ha percepito di aver subito un reato, può sporgere querela o presentare un esposto denunciando i fatti che ha subito. 

È molto importante che i fatti vengano esposti in modo chiaro, secondo una logica giuridica in grado di avviare subito e facilitare le indagini del pubblico ministero e delle forze di polizia con la finalità di raccogliere le prove mediante ogni opportuno atto investigativo: perquisizioni, sequestri, misure cautelari, intercettazioni, assunzione di informazioni, consulenze tecniche, incidenti probatori, ecc. Si tratta di atti in relazione ai quali sovente l’apporto della vittima del reato è fondamentale, sicché vale la pena di affiancare il pubblico ministero sin dall’inizio mediante la nomina di un legale di fiducia in grado di relazionarsi proficuamente con lui, eventualmente depositando memorie, indicando elementi di prova o svolgendo investigazioni difensive.

Per queste ragioni nella maggior parte dei casi è molto importante l’assistenza di un legale sin dalla fase immediatamente successiva al reato subito.

 

La costituzione di parte civile nel processo penale

È l’azione formale finalizzata ad ottenere il risarcimento del danno da reato nell’ambito del processo penale, che spesso consente tempi più rapidi rispetto al processo civile. 

Terminate le indagini, con l’inizio della fase processuale (udienza preliminare o dibattimento) la persona offesa o danneggiata dal reato avrà la possibilità di far valere i propri diritti (specie di tipo risarcitorio) esclusivamente se si costituirà parte civile nel processo penale mediante un proprio legale. Inoltre, partecipando attivamente al processo con l’assistenza di un avvocato, avrà la possibilità di condividere e tenere in mano le redini del processo nei confronti dell’imputato. 

 

Risarcimenti del danno da reato e transazioni

Strettamente connessa alle fasi descritte sopra è quelle serie di contatti e trattative extragiudiziali, in grado di sfociare in transazioni che possono incardinarsi con il difensore della controporte imputata, finalizzate a definire un congruo risarcimento dei danni subiti, rispetto ai quali l’apporto di un legale appare decisivo in termini di risultato.

Descrivetici il Vostro caso, Vi risponderemo in giornata.
Studio Legale Avv. Raffaele Bergaglio
Piazza Castello 17, 20121 - MILANO
 T +39 02 87036764   +39 02 89752921
M +39 327 0286218
  • s-facebook
  • s-linkedin

© 2015 Copyright Raffaele Bergaglio